vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Facoltà di scelta. L'università salvata dagli studenti. Una modesta proposta

Presentazione del libro di Andrea Ichino e Daniele Terlizzese

17/04/2013

Dove Biblioteca “Walter Bigiavi” - Aula seminari, 4º piano

Aggiungi l'evento al calendario

In questo libro Andrea Ichino e Daniele Terlizzese propongono un ripensamento del sistema universitario che nei dibattiti tra addetti ai lavori ha già fatto scalpore: non un nuovo terremoto, ma una graduale iniezione di concorrenza.

Spazi di autonomia per scegliere docenti e programmi, creare corsi di eccellenza e attrarre i migliori; maggiori risorse, raccolte con rette universitarie più alte per chi le può pagare; possibilità per gli studenti di finanziarsi attraverso un sistema di prestiti.

Diversi da quelli tradizionali, però: da rimborsare, con meno rischio, solo dopo aver trovato un lavoro e in proporzione ai redditi futuri.

Un modo per dare più risorse a chi davvero se le merita: le università capaci di offrire un'istruzione con valore reale e non solo legale. Una via per far pagare l'istruzione superiore a chi davvero ne beneficia: chi trova grazie a essa un lavoro gratificante e ben retribuito. Un meccanismo per sganciare le opportunità dall'appartenenza familiare. E soprattutto, una sfida a cambiare le cose rivolta a chi davvero può farlo: ai giovani, chiamati a esercitare una vera facoltà di scelta. (Dalla quarta di copertina)

Andrea Ichino (Dipartimento di Scienze Economiche, Università di Bologna)

ne discute con

  • Alberto Baccini (Dipartimento di Economia Politica e Statistica, Università di Siena)
  • e Francesca Coin (Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati, Università Ca' Foscari Venezia)

coordina

  • GiorgioBiblioteca “Walter Bigiavi” - Aula seminari, 4º piano Tassinari (Dipartimento di Scienze Statistiche, Università di Bologna)