vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Il razzismo

Presentazione del volume di Alberto Burgio e Gianluca Gabrielli

17/09/2012

Aggiungi l'evento al calendario

In questo agile e denso libro "didattico", storia e modello esplicativo del fenomeno del razzismo si giustificano e nutrono reciprocamente: ambizione degli autori è, infatti, di formulare un'ipotesi teorica in grado di di descrivere il dispositivo logico sotteso agli eventi narrati, sui quali questa logica comune, che tiene assieme teoria e pratica del razzismo, si misura e verifica, a fondare l'assunto che il razzismo non è un "effetto collaterale della modernità" ma una sua "istituzione-chiave, uno dei capitoli fondamentali della sua biografia intellettuale e morale".

All'interno di questa chiave di lettura si snoda il racconto dei due grandi filoni del razzismo moderno, quello antisemita, culminato nella shoah, e quello coloniale delle società segregazionista degli Stati Uniti e del Sudafrica, per poi attraversare i più recenti fenomeni di esclusione verso le diversità non solo etniche ma anche economiche, sociali, culturali.

Parte integrante del discorso è la breve ma efficacissima sequenza di immagini che illustra le metamorfosi degli stereotipi discriminatori.

Ne discutono con gli autori:

  • Patrizia Dogliani (Dipartimento di Discipline storiche antropologiche e geografiche
  • Sandro Mezzadra (Dipartimento di Politica istituzioni storia)
  • Coordina Giorgio Tassinari (Dipartimento di Scienze statistiche)